GIOVEDÌ 13.10.2022: GRANDE SUCCESSO DI PUBBLICO PER L’OTTAVA EDIZIONE DI “IN CAMMINO PER LA PACE E L’AMBIENTE”

 

 

Giovedì 13 ottobre 2022, dalle ore 9:00 alle 12:30, ha avuto luogo l’8ª edizione dell’evento transfrontaliero organizzato da Associazione Culture Ticino Network di Lugano, “In Cammino per la Pace e l’Ambiente”, e sostenuto e patrocinato da vari comuni  e associazioni ticinesi e italiani, tra cui i Comuni di Agno, Bioggio, Caslano, Tresa e Lavena Ponte Tresa.  Clicca QUI per scaricare la locandina dell’evento.

Siamo felici di condividere con voi che, a 2 anni di distanza dall’ultima edizione – causa pandemia – l’evento ha raggiunto un grande successo e vogliamo ringraziarvi per la vostra presenza e il vostro sostegno.

Per la prima volta, quest’anno, l’evento ha aperto le porte anche agli istituti scolastici, che hanno apprezzato l’iniziativa, presenziando con più di 200 bambini.

Durante la giornata, un lungo corteo di adulti e bambini, sotto un caldo sole di ottobre, ha attraversato il Malcantone e il Varesotto con un unico obiettivo e desiderio comune: promuovere la pace nel mondo, il rispetto per l’ambiente e la solidarietà fra i popoli.

Associazione Culture Ticino Network coglie l’occasione per ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile l’evento, rendendolo un momento indimenticabile, in particolare un grazie di cuore va ai docenti e alla delegazione italiana e a tutti i sostenitori!

 

SVOLGIMENTO DELLA GIORNATA:

Durante la mattinata di giovedì 13 ottobre 2022, due gruppi, provenienti dalla Svizzera e dall’Italia, hanno intrapreso un cammino simbolico in cui l’obiettivo era quello di unificare le voci dei presenti, per le cause a sostegno della pace nel mondo e il rispetto per l’ambiente.

 

 

 

 

 

 

Il gruppo proveniente dalla Svizzera si è radunato alle 08:45 presso Piazza Lago a Caslano; alle ore 09:15, in seguito al canto iniziale “Il mio nome è mai più” dai bambini di Lugano, e una breve accoglienza e i saluti di benvenuto da parte della nostra presidente Anna Margherita Maffeis-Natale e dal Municipale di Caslano Marco Mariatti,  il gruppo ha iniziato il suo cammino, in contemporanea con il gruppo italiano che, sempre alle ore 09:15, ha intrapreso anch’esso il proprio percorso, partendo da via Zanzi di Lavena Ponte Tresa, dirigendosi poi verso le scuole, dove ad aspettare c’erano i giovani studenti, pronti per il loro primo “Cammino per la Pace e l’Ambiente”.

 

 

 

 

 

La camminata, intrapresa da ambo le parti, è giunta a un punto d’incontro; a mattina inoltrata, infatti, i due cortei si sono uniti sul Ponte Doganale di Ponte Tresa, ormai noto per essere il simbolo del Cammino per la Pace e l’unione dei popoli.
Per qualche minuto, il tratto di confine è stato “invaso” da una folla di bambini, giovani, adulti e autorità sorridenti, determinati e soprattutto consapevoli della ragione per cui erano lì.

 

 

 

 

 

Questo momento di unione e di convergenza ha simboleggiato come siano proprio le persone, con la loro umanità, a costruire un ponte di unione, armonia e pace tra i vari popoli e le varie culture.

Durante il proseguimento del cammino, il corteo ha raggiunto Piazza Sangiorgio di Lavena Ponte Tresa, in cui le autorità presenti, tra cui il Sindaco di Lavena Ponte Tresa Massimo Mastromarino e il Municipale di Tresa Massimo Tavoli, lanciando un messaggio di pace e di tolleranza, al fine di allontanare i pregiudizi e favorire il confronto e la conoscenza reciproca tra tutti i popoli. «Dobbiamo essere tutti costruttori di nuovi Ponti – ha aggiunto il consigliere regionale Samuele Astuti – e la responsabilità è anche vostra bambini. Ricordatevi sempre che in una guerra tutti perdono, a far la pace, invece, se ne esce tutti vincitori».

Vedi anche articolo su VARESE NEWS, clicca QUI:

 

 

 

 

 

Anna Margherita Maffeis-Natale, presidente dell’Associazione Culture Ticino Network e Console onorario delle Filippine, ha portato il saluto e sottolineato: « Abbiamo bisogno di una società più consapevole e coraggiosa, e che non smetta mai di contestare le guerre e di divulgare la cultura della pace attraverso il dialogo e la diplomazia. In una guerra non ci sono vincitori e perdenti, ma siamo tutti perdenti. La pace inizia in primo luogo in noi stessi per andare nel mondo. E’ fondamentale educare e vivere la cultura della pace, come pure il rispetto verso il nostro ambiente, in tutti i contesti possibili: in famiglia, nelle scuole, in politica, nelle aziende e sui territori lontani e vicini, come la Svizzera e l’ltalia».

Ad arricchire il cammino, i bambini: con i loro sorrisi e le loro voci che, in vari canti, hanno intrattenuto tutti i presenti.
Un momento di scambio di doni tra gli allievi italiani e svizzeri presenti, ha poi suscitato emozioni e sentimenti profondi, provenienti dal profondo dei loro cuori.

L’evento è poi proseguito all’interno della sala comunale di Tresa, dove, dalle ore 11:00 alle ore 13:00, ha avuto luogo la celebrazione ufficiale, attraverso presentazioni, ospiti e tante sorprese. Anna Margherita Maffeis-Natale, presidente dell’Associazione Culture Ticino Network ha presentato la sua attività, sottolineando la sua missione e attività in ambito culturale, a sostegno della pace nel mondo e del rispetto dell’ambiente che, da 10 anni promuove in tutto il Ticino.

Proprio quest’anno, infatti, ricade il decimo anniversario dell’associazione e l’evento è stato il momento perfetto per promuovere e diffondere una nuova iniziativa artistica e coinvolgente: un bando di concorso dal nome “Scrivi una canzone per la PACE”  dedicato alle classi delle scuole elementari e medie e ai cori di bambini; un’idea incentivante, con l’obiettivo di coinvolgere sempre più le nuove generazioni e sensibilizzarle.

 

 

 

 

Inoltre, grandi ospiti dal panorama artistico locale e internazionale, hanno presenziato all’evento, regalando ai presenti momenti di intrattenimento, coinvolgimento e puro divertimento. Tra gli animatori della nostra Associazione, Natalia Carpenco, incantevole violinista, che ha accompagnato i bambini con le colonne sonore dei principali cartoni animati, e risvegliato negli adulti presenti, i ricordi della loro dolce infanzia. Mago Slash, ha ammaliato tutti con le sue illusioni e magie con la sua corda, mentre Fra Moreno e Samuela Castellotti, con la loro danza energica, hanno fatto alzare tutti dalle sedie, creando un momento di gioia infinita. Marco Bernasconi, cantante di origini filippine, ha infine emozionato la sala, attraverso una testimonianza di povertà.

Un piccolo rinfresco ha poi concluso la giornata, insieme alla degustazione e vendita solidale del dolce “Gioia Esotica”, in collaborazione con la panetteria Bignasca SA di Sonvico. I ricavi delle donazioni sono stati devoluti alla “Formazione professionale nel settore della panetteria- pasticceria e sostegno all’avvio di attività indipendenti nella Provincia di Bulacan nelle Filippine.”